Life Style

Broadway: chiusura estesa a tutto il 2020


Broadway non riaprirà fino al 2021. Lo ha dichiarato la Broadway League, l’associazione di categoria che rappresenta il settore teatrale, in un comunicato stampa del 29 giugno. New York, che è stata epicentro della pandemia da Covid 19, è ripartita gradualmente l’8 giugno, come dichiarato dal sindaco Bill de Blasio, dopo più di due mesi di lockdown, eppure una delle sue strade simbolo, che ospita teatri e cinema, resterà “al buio” per il resto dell’anno. Molti spettacoli, come la riedizione di Chi ha paura di Virginia Woolf con Laurie Metcalf e Rupert Everett, sono stati chiusi in modo permanente. Nonostante il desiderio della community di tornare operativa e di riportare l’esperienza condivisa dei suoi acclamati spettacoli e musical sul palco, la Broadway League mette al primo posto la sicurezza dei suoi lavoratori, dalle compagnie teatrali alle crew, dalle orchestre ai tecnici e, naturalmente, del pubblico, visto che l’emergenza Covid 19 negli Stati Uniti non è affatto cessata. 

Si tratta della chiusura più lunga nella storia di Broadway, che continua dallo scorso marzo. Con la sospensione delle performance, sono molti i lavoratori dello spettacolo che sono rimasti senza lavoro, dai musicisti agli attori, dagli attrezzisti agli uscieri, per non parlare dell’indotto della zone limitrofe come Times Square. L’associazione di settore nel frattempo lavora a fianco di esperti scienziati, tecnici e virologi per studiare le modalità di riapertura dei teatri in totale sicurezza, e annuncia che i biglietti per gli spettacoli per l’ inverno e la primavera 2021 saranno messi in vendita a breve. “Una cosa è certa”, dichiara Charlotte St. Martin, Presidentessa della Broadway League, “torneremo, e avremo tante nuove storie da raccontare”.



Source link

Leave a Reply